Condotta Cosciente

condotta cosciente

Rassegna Stampa

per restare sempre aggiornato iscriviti alla newsletter del Comitato Mezzavalle Libera
I agree with the Terms and conditions and the Privacy policy
i dati raccolti verranno utilizzati esclusivamente per l'invio delle newsletter

Foto Nuotata 2018

Foto Nuotata di Mezzavalle 2018

PXT

portonovo x tutti

Trivelle Zero Marche

Trivelle Zero Marche

Attività

TUTTI I PRIMI LUNEDI' DEL MESE - PROSSIMA DATA 2 FEBBRAIO 2015

ALLE ORE 21.30 PRESSO LA CASA DELLE CULTURE VIA VALLEMIANO, 46 ANCONA

2014-12-19_mutilatini_flyer-01-1.jpg
 
Carissime/i, 
 
scusandoci per il ridotto preavviso, vi invitiamo a partecipare alla riunione del Comitato Mezzavalle Libera di lunedì 1° dicembre alle ore 21.30 presso la Casa delle Culture, via Valle Miano, 46 - Ancona. 

Si tratta del primo degli incontri mensili che vorremmo fissare, ogni primo lunedì del mese, presso la Casa delle Culture, alla quale abbiamo chiesto di associarci. 

Riunirci periodicamente in luogo pubblico è uno dei modi con cui vorremmo soddisfare le aspettative di maggiore coinvolgimento dei frequentatori di Mezzavalle nelle nostre attività, come emerso dal questionario "Come vorremmo Mezzavalle". (vedi video della presentazione

L'ordine del giorno è il seguente: 

1. Comunicazioni 

2. Invito da parte del Comune di Ancona a partecipare al tavolo tecnico su Portonovo, previsto per l'11 dicembre p.v. alle ore 15.30. 

3. Approfondimento sui risultati del questionario "Come Vorremmo Mezzavalle" 

4. Organizzazione delle attività per la primavera-estate 2015 

5. Varie ed eventuali 

Vi aspettiamo, venite numerosi e se proprio non ce la fate mandate un contributo/commento/suggerimento via email. 

Aiutateci a diffondere questo invito su fb e a difendere Mezzavalle ! 

Grazie e a presto 

Comitato Mezzavalle Libera 
 
portonovo_per_tutti.jpg
 
 Consiglio Comunale aperto e tematico su Portonovo del 4 settembre 2014
Intervento di Andrea Fantini, portavoce del Comitato Portonovo per tutti
 
 Ringrazio il Presidente Milani per l’invito a partecipare a questa importante seduta del Consiglio Comunale.
 
Intervengo a nome di 21 associazioni e oltre 1.000 cittadini CONTRARI alla vendita dell’edificio “ex mutilatini” di Portonovo, che  priverebbe la città  e il territorio di un patrimonio storico, architettonico ed ambientale prezioso e aprirebbe la strada alla privatizzazione speculativa, con il pericolo tra l’altro di infiltrazioni mafiose, nel cuore della baia e del parco del Conero.
 
Teniamo a precisare che la nostra è una proposta funzionale alla riqualificazione e valorizzazione dell’intera Portonovo, che vogliamo sviluppare INSIEME e non CONTRO L’Amministrazione Comunale.
 
Riteniamo  necessario che il Comune assuma un approccio partecipato e condiviso per la gestione del territorio e del bene comune, con attenzione alle prossime generazioni e non alle prossime elezioni.
 
CHIEDIAMO che sia rispettata la motivazione contenuta nella delibera di acquisto 93/2004  di “destinarlo a servizi di carattere socio-culturale” e che il Comune si faccia promotore, con il concorso delle Associazioni ambientaliste ed educative, del recupero dell’edificio anche attraverso il ricorso a finanziamenti europei e a forme di azionariato popolare.
 
Da una prima indagine di mercato, rivolta per ora alle sole associazioni aderenti al comitato, è emerso come la domanda di pernotti presso l’ostello/foresteria e l’utilizzo della sala polifunzionale previsti dal nostro progetto sarebbe decisamente superiore all’offerta potenziale, sia pure stimata con parametri prudenziali.
 
Abbiamo valutato diverse possibilità di finanziamento della ristrutturazione, da un mutuo di 10 anni con Banca Etica, all’utilizzo dei finanziamenti europei previsti nel POR per la promozione turistica e la riqualificazione ambientale, all’azionariato popolare. In ogni caso, il progetto in fase di messa a punto e sul quale chiediamo da subito all’Amministrazione Comunale un confronto e una collaborazione, mostra già la propria fattibilità economica e la possibilità di restituire entro 10 anni l’eventuale mutuo necessario per le spese di ristrutturazione, oltre a garantire nuova occupazione e un interessante indotto per tutte le attività economiche della baia e della città.
 
Esprimiamo perplessità sul fatto che l’ipotetico valore di mercato dell’immobile sia  stato messo a bilancio nonostante i vincoli di uso da parte dell’Associazione Nazionale vittime civili di guerra. Il nostro è un progetto inclusivo e non esclusivo, quindi certamente le esigenze dei precedenti proprietari, in qualità di soggetti bisognosi di assistenza, così come quelli rappresentati da altre associazioni di disabili aderenti al comitato (Comitato 16 settembre e ANIEP-Associazione Nazionale per la promozione e la difesa dei diritti delle persone disabili) , saranno rispettate e soddisfatte.
 
Comprendiamo le difficoltà del bilancio Comunale, ma crediamo che valga la pena di accettare la sfida di costruire insieme qualcosa di positivo per tutta la città, nel luogo che più ci rende orgogliosi di essere anconetani.
 
Vi chiedo solo un altro minuto per altri tre punti del documento di maggioranza sui quali non possiamo astenerci dall’esprimere un parere:
 
•Vecchia strada da utilizzare per emergenze: No perché avrebbe un impatto ambientale insostenibile, No perché troppo vicina alla strada attuale e quindi inutile in caso di incendio, SI a un piano di evacuazione dal mare, come accade per isole e zone costiere difficilmente raggiungibili;
 
•Difesa della costa: No ai Ripascimenti, si all’arretramento delle strutture. L'alimentazione naturale delle spiagge di Portonovo, che avviene ad opera dell'erosione alla base delle falesie, viene ostacolata dagli interventi di difesa costiera e dalla presenza di manufatti sulle spiagge. Non è necessario alcuno studio da parte di enti di ricerca per distribuire sulle spiagge il materiale con le ruspe ad inizio stagione;
 
•Avviare un confronto per definire gli investimenti necessari e utili nella spiaggia di Mezzavalle;  vedi Comunicato di Mezzavalle Libera del 3.9.14.
 
Grazie per l’attenzione e buon lavoro
 
COMITATO PORTONOVO X TUTTI
Acqua Bene Comune Ancona  - Associazione Consumatori Utenti -  AGESCI Marche - ANIEP -
CAI Sezione di Ancona  - Casa delle Culture
Circolo Legambiente Pungitopo - Cngei di Ancona APS - Coop. Pescatori di Portonovo
Comitato Marelibero - Comitato Mezzavalle Libera – Comitato 16 settembre
Forestalp - Forum Paesaggio Marche - Italia Nostra Onlus - Laboratorio Sociale Ancona
Legambiente Marche - REES Marche - Slow Food Ancona e Conero
URLO mensile di resistenza giovanile – WWF

LETTERA APERTA DEL COMITATO MEZZAVALLE LIBERA

Al Comandante dei Vigili Urbani

Massimo Fioranelli

Comune di Ancona

Al Capitano di Vascello

Felice Tedone

Capitaneria di Porto di Ancona

e, p.c.

Al Sindaco di Ancona

Al Presidente del Consiglio Comunale

All’Ass.re Urbinati

Al Presidente del Parco del Conero

Alle Associazioni Ambientaliste

Agli organi di informazione locale

Oggetto: promuovere il rispetto delle regole, per una fruizione libera e sostenibile della spiaggia di Mezzavalle

Abbiamo letto in questi giorni sulla stampa locale le dichiarazioni del Comandante Fioranelli e del Capitano di Vascello Tedone; condividiamo la loro opinione sulla necessità di intervenire a Mezzavalle, come da noi peraltro recentemente segnalato, e sulle modalità di approccio preventivo messo in atto dalla Capitaneria di Porto per informare sul rischio frane, e più in generale, per contrastare la diffusa mancanza di rispetto delle regole.

Ci sembra fondamentale prodigarsi per una più puntuale ed efficace opera di informazione orientata ai numerosi frequentatori della spiaggia di Mezzavalle, in particolare a quelli che sembrano ignorare i pericoli (tra cui il rischio frane) e i relativi divieti.

Il Comitato Mezzavalle Libera da sempre si prodiga per la difesa ambientale della spiaggia, con diverse iniziative e la distribuzione di Condotta Cosciente (una serie di indicazioni in italiano e in inglese per sensibilizzare i frequentatori ad un uso sostenibile di Mezzavalle, per mantenerla sicura, pulita e libera).

Non sempre la nostra azione informativa e di sensibilizzazione risulta efficace, anche a causa delle limitate risorse del comitato. Purtroppo negli ultimi anni assistiamo con preoccupazione al dilagare dell’inosservanza non solo dei divieti ma anche delle regole del buon senso e del civile convivere.

In troppi sembrano intendere Mezzavalle come una spiaggia Libera …per fare quello che si vuole !

Siamo convinti che sia necessario nell’ IMMEDIATO:

1) migliorare/incrementare la cartellonistica dei divieti in essere, le indicazioni e le azioni di sensibilizzazione su come comportarsi per preservare l’ambiente naturale di Mezzavalle e per poterne usufruire in sicurezza;

2) garantire la presenza, a scopo informativo , dissuasivo e, se necessario, sanzionatorio, dei Vigili Urbani a monte degli stradelli, in particolare per informare sul pericolo delle frane e per limitare l’accesso ai cani e ai campeggiatori abusivi; sarebbe sufficiente la loro presenza qualche ora la mattina e/o la sera, nei giorni di maggiore afflusso come il fine settimana.

Non riteniamo che la questione della diffusa mancanza del rispetto delle regole a Mezzavalle sia risolvibile con delle “retate” effettuate sporadicamente come in passato, ma non vogliamo certo difendere chi si comporta in modo incivile e insostenibile, quindi vi proponiamo di incontrarci per uno scambio di idee su come affrontare insieme, con azioni efficaci e condivise, le trasgressioni più dilaganti e preoccupanti:
- numerose presenze nei tratti di spiaggia interdetta per pericolo di frane;
- campeggio abusivo;
- mancata osservanza del divieto di navigazione a motore entro i 300 mt da riva, in particolare nelle giornate clou dell’estate come lo scorso ferragosto;
- accensione di fuochi;
- numero crescente di cani in spiaggia.

Forse potrebbe essere una buona idea organizzare in spiaggia un incontro pubblico a scopo informativo, con la vostra e la nostra partecipazione, insieme alle altre associazioni ambientaliste che già hanno partecipato alla pulizia della spiaggia da noi organizzata ogni anno.

Al Consiglio Comunale del 4 settembre faremo presente altre urgenze della spiaggia di Mezzavalle, in particolare l’esigenza di ampliare i bagni e di consolidare la piattaforma su cui sono attualmente installati, pericolosamente erosa dalle mareggiate invernali.

Infine, vi informiamo che dal mese di luglio stiamo raccogliendo il questionario “Come vorremmo Mezzavalle – dieci anni dopo ” , dopo la prima indagine svolta nel 2004, per conoscere la percezione delle problematicità della spiaggia da parte delle varie tipologie di frequentatori. A settembre intendiamo organizzare una presentazione pubblica dei risultati, e speriamo di poterci avvalere della vostra qualificata presenza.

Ringraziando per l’attenzione,

vi inviamo i migliori saluti

Comitato Mezzavalle Libera

(per eventuali contatti : Andrea 333.9662636)

 

 

00000_scarica-pdf.png

 

 

2016


 

2014


 

2013

 


 

2012


 

2011


 

2010


 

2009


 

2008


 

2007


 

2006


 

2005


 

2014_nuotata_premiazione_01.jpg
 
ORDINE ARRIVO N° CONCOR. NOMINATIVO PROV.
       
1 61 RICCIARDI LORENZO MC
2 60 RICCIARDI LEONARDO MC
3 44 PASQUALINI LUCA AN
4 45 CAMPLONE TOMMASO AN
5 41 GIAMBENEDETTI MAGGIE AN
6 24 GREGORIO FEDERICO AN
7 46 MESAGNE MATTEO AN
8 43 MARSAN GIULIA AN
9 37 MARIANI LUDOVICA AN
10 90 ANTONINI MATTEO AN

Logo x comunicato stampa 445

Basta Ripascimenti a Portonovo

Rilievi con GPS a PortonovoRilievi con GPS a Portonovo

Rilievi con GPS a PortonovoRilievi con GPS a Portonovo

Noi del Comitato Mare Libero siamo rimasti sbalorditi nel leggere sui giornali la richiesta del Consorzio La Baia per urgenti interventi a seguito dell’erosione delle spiagge di Portonovo.

Questo perché i dati strumentali in nostro possesso ci confermano quanto già asserito precedentemente nello studio curato dal prof. Enzo Pranzini: “Lo stato dei litorali italiani”, del prestigioso Gruppo Nazionale per la Ricerca sull’Ambiente Costiero, dove sostanzialmente leggiamo che: il tratto di costa del Conero, nel periodo compreso tra il 1948 ed il 1999, risulta in “sostanziale equilibrio”.

Nuovi rilevamenti effettuati dal geologo Andrea Digani, uniti all’analisi geomorfologica della costa di Portonovo, ci hanno portato a constatare, dati alla mano, l’infondatezza dell’erosione delle spiagge di Portonovo.
Quello che accade è che i sedimenti delle spiagge si spostano generando aumenti da una parte e scompensi dall’altra.

Questa distribuzione disomogenea fa nascere delle preoccupazioni negli operatori economici della baia che temono di trovarsi con la spiaggia ridotta all’inizio della stagione balneare, ma il materiale si è solo spostato e non manca.

Perciò proponiamo una soluzione che è semplice ed economica e consiste, nel caso ce ne fosse bisogno, nello spostare i sedimenti con le ruspe dieci giorni prima dell’apertura degli stabilimenti.

Ridistribuendo il materiale nei tratti di spiaggia che in quel periodo dovessero ancora risultare di ridotte dimensioni.

Le rilevazioni strumentali e i semplici sopralluoghi ci confermano che di materiale ce n’è in abbondanza, è sufficiente ridistribuirlo all’occorrenza.

Riterremmo invece vergognoso e inaccettabile se si decidesse di sprecare ancora una volta il denaro pubblico per interventi di ripascimento ingiustificati, che vengono richiesti ogni anno solo perché la spiaggia si è spostata di qualche decina di metri fuori dallo spazio dato in concessione all’operatore economico di turno.

Chiediamo quindi ai nostri imprenditori ed amministratori una scelta di cambiamento orientata verso un maggior rispetto per il bene comune ed il mantenimento della naturalità delle aree protette.

Per risolvere in maniera definitiva il problema della distribuzione dei sedimenti nella spiaggia di Portonovo sono sufficienti l’onesta, il buon senso e, se necessario, le ruspe.

 

 icona-download-pdf 80x80

Scarica il Comunicato in PDF

 

Fonte: MareLibero.it

Sottocategorie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Navigando questo sito, chiudendo questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’utilizzo dei cookies.

Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Accettando l’informativa d’uso in base al Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), questo banner non ti verrà più mostrato.