Stampa

novembre_2012_0365.jpg

Apprendiamo dal Messaggero del 28 maggio che la Conferenza dei Servizi ha deciso di dimezzare i ripascimenti rispetto a quanto previsto dal progetto del Comune di Ancona.
Praticamente, se quanto riportato dal quotidiano locale è esatto, saranno utilizzati "solo" 2.500 mc di ghiaia fluviale, per un peso complessivo di 4.000 tonnellate, usando nell'arco di due settimane 130 autocarri che nel mese di giugno, in concomitanza con l'apertura della stagione balneare, della consegna della Bandiera Blu e della celebrazione  della festa del Mosciolo Selvaggio, percorreranno la stretta e dissestata strada che scende a Portonovo.
Come mai si userà esattamente la metà del materiale che era previsto inizialmente dal progetto del Comune per un'estensione di spiaggia che è di molto inferiore al 50% della linea di costa totale interessata dal progetto?

Se la Regione e il Comune fossero in grado di spiegarcelo, gliene saremmo infinitamente grati.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Navigando questo sito, chiudendo questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’utilizzo dei cookies.

Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Accettando l’informativa d’uso in base al Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), questo banner non ti verrà più mostrato.